Galeazzo PallavicinoEtà: 76 anni14451521

Nome
Galeazzo Pallavicino
Nascita tra il 1445 e il 1460 19 40

MatrimonioBianchina ??View this family

Occupazione
Abilissimo guerriero

Titolo
Cavaliere
dal 1478 (Età 33 anni)

Matrimonio«Elisabetta» Caterina SforzaView this family
1484 (Età 39 anni)

Morte di una moglie«Elisabetta» Caterina Sforza
tra il 1484 e il 1498 (Età 39 anni)

Morte del padrePallavicino Pallavicino
dopo il 1 ottobre 1485 (Età 40 anni)

Nascita di una figlia
n° 1
Laura Pallavicino
tra il 1493 e il 1498 (Età 48 anni)

Titolo
Marchese, di Busseto e Bargone
dal 16 gennaio 1494 (Età 49 anni)

Nascita di una figlia
n° 2
Beatrice Pallavicino
tra il 1495 e il 1525 (Età 50 anni)

Nascita di un figlio
n° 3
Adalberto Pallavicino
1498 (Età 53 anni)

Morte della madreCaterina Fieschi
1498 (Età 53 anni)
Morte di una figliaLaura Pallavicino
tra il 1513 e il 1590 (Età 68 anni)

Morte di un fratelloAntonio Maria Pallavicino
1519 (Età 74 anni)

Morte di un fratelloCristoforo Pallavicino
11 novembre 1521 (Età 76 anni)
Morte dopo il 1521 (Età 76 anni)

Titolo
Cavaliere, dell’Ordine di Saint-Michel

Famiglia con genitori - View this family
padre
madre
himself
fratello
fratello
sorella
fratello
Famiglia con «Elisabetta» Caterina Sforza - View this family
himself
moglie
Matrimonio: 1484
Famiglia con Eleonora Pico - View this family
himself
moglie
figlia
33 anni
figlia
Famiglia con Bianchina ?? - View this family
himself
moglie
Matrimonio: unmarried
figlio
Paolo Bolognini Attendolo + Eleonora Pico - View this family
moglie → marito
moglie

Nota

Ambasciatore dell'Impero per il Duca Filippo Maria Visconti. Fece test amento il 17 ottobre 1518. Marchese di Busseto e Bargone dal 16-1-149 4 (divise con i fratelli), creato Cavaliere dal Duca di Milano nel 147 8, Consigliere Ducale nel 1483, infeudato di Borgo San Donnino con Fon tanella, Soresina e Romanengo il 21-10-1499, Governatore a vita di Pon tremoli dal 1504, infeudato di Torchiara e Felino nel 1502; riconosciu to nei suoi diritti feudali dal Duca di Milano il 12-4-1513.