Biella

Da EFL - Società Storica Lombarda.
Spreti vol. II, p. 83

Vittorio Spreti, Enciclopedia storico-nobiliare italiana, Milano, 1928-32, vol. II, p. 83:

Originari da Milano. FELICE, fu insigne giureconsulto († 1839), cavaliere dell’Impero Austriaco e dell’ordine imperiale di Leopoldo. Al figlio di questi, GIOVANNI BATTISTA († 1902), primo presidente di Corte d’Appello, con sovr. risoluz. 5 aprile 1857 veniva concessa la nobiltà austriaca. Con D. M. 27 aprile 1886 egli otteneva il riconoscimento della nobiltà stessa. I Biella, estinti per la linea mascolina, sono iscritti nell’Elenco Ufficiale col titolo di «nobile» per mf., ora personale per le femmine superstiti: Giuseppina in Gavazzi, Cristina in Morandi, Carolina in Lado Manca e Beatrice in Alfieri.

Cfr. ASM., Araldica.

a. g. [Alessandro Giulini]


Genealogia

Genealogia Biella

Stemmi

ARMA: Troncato: al 1° d’oro all’aquila di nero, linguata di rosso; al 2° fasciato di rosso e d’argento al castello murato di pietra, al naturale, aperto e finestrate del campo, torricellato di due pezzi, ogni torricella aperta del campo e merlata di due pezzi alla ghibellina.

CIMIERO: Quattro penne di struzzo, nera, d’oro, rosso ed argentata.

Stemmi famiglia Biella

Storia

Personaggi

Dimore

Milano

Iconografia

Dipinti e Ritratti

Archivio fotografico

Fonti

= Bibliografia

http://www.treccani.it/enciclopedia/felice-biella_(Dizionario-Biografico)/

Documenti

Collezioni

Note