Boltraffio

Da EFL - Società Storica Lombarda.
Spreti vol. II, p. 107

Vittorio Spreti, Enciclopedia storico-nobiliare italiana, Milano, 1928-32, vol. II, p. 107:

Il primo conosciuto è un GABRIELE, causidico della curia arcivescovile di Milano nel 1495. Discendono da esso parecchi notai sino a GIORGIO (1813-1875), marito di Adelaide dei marchesi Ragazzi e padre di CESARE coniugato con Clotilde dei marchesi Litta Modignani, che con decreto ministeriale 15 aprile 1904 ebbe riconosciuto il titolo di nobile (mf.)

La famiglia è attualmente rappresentata da: GIORGIO (dottore in legge, Vice-Prefetto di Milano, comm. della Corona d’Italia e della Corona del Belgio, cav. dei SS. Maurizio e Lazzaro), n. a Milano il 23 giugno 1883, dei predetti Cesare e della nob. Clotilde dei march. Litta Modignani, sposato il 23 aprile 1919 con Pignatti Morano c.ssa Virginia.

Figli: a) CESARE, nato a Roma il 8 luglio 1920; b) Maria Clotilde, nata a Roma il 13 febbraio 1922.

Sorelle: Maria Fausta, in Sturani, n. a Besana Brianza il 2 ott. 1885; Ottavia in Riatti, n. a Besana Brianza 11 nov. 1888.

Cfr. ACA.

a. g. [Alessandro Giulini]


Genealogia

Genealogia Boltraffio

Stemmi

ARMA: Bandato d’oro e di rosso alla colomba d’argento, attraversante sul tutto.

Stemmi famiglia Boltraffio

Storia

Personaggi

Dimore

Milano

Iconografia

Dipinti e Ritratti

Archivio fotografico

Fonti

Bibliografia

http://www.treccani.it/enciclopedia/ricerca/boltraffio/Dizionario_Biografico/

Documenti

Collezioni

Note