Busca

Da EFL - Società Storica Lombarda.
Busca Arconati Visconti (Spreti vol. II, p. 215)

Vittorio Spreti, Enciclopedia storico-nobiliare italiana, Milano, 1928-32, vol. II, pp. 215-216:

BUSCA ARCONATI VISCONTI.

Famiglia nobile, della quale un PIETRO FRANCESCO è questore nel 1561. Il figlio di lui, LODOVICO, cavaliere di San Stefano di Toscana, nel 1590, da Giulia d’Adda ebbe ERASMO, che sposò Margherita Langosco: da essi nacque LODOVICO, che nel 1659 fu investito del feudo di Lomagna, sul quale appoggiò il titolo marchionale per maschi primogeniti ottenuto con diploma 21 aprile 1661 di Filippo IV, re di Spagna e duca di Milano. Il figlio suo, CARLO, ascritto al patriziato milanese, dei LX decurioni nel 1682, prese in moglie Maria Isimbardi, dalla quale ebbe LODOVICO, pure decurione nel 1691, marito di Bianca Arconati. Da essi provennero: CARLO, decurione nel 1756, I. R. Ciambellano nel 1771, che con decreto 18 gennaio 1773 del Tribunale Araldico ottenne la delineazione dello stemma nel Codice Araldico; IGNAZIO (1731-1803), che percorse la carriera prelatizia, fu decorato della porpora nel 1789 e fu cardinale segretario di Stato nel 1797; ANTONIO (1767-1834), ricevuto nel 1782 nell’Ordine Sovrano di Malta e luogotenente del Gran Magistero dell’Ordine medesimo. Nelle generazioni a noi più vicine sono degni di ricordo: LODOVICO, che si accasò con Luigia del duca Gian Galeazzo Serbelloni, ANTONIO (1795-1870), loro figlio, eletto senatore del Regno nel 1864. I Busca, che aggiunsero al proprio i cognomi Arconati e Visconti per disposizione testamentaria 8 novembre 1617 della contessa Anna Visconti Arconati, con sovrana risoluzione 9 febbraio 1818 vennero confermati nell’antica nobiltà e con altra del 13 maggio 1835 ebbero il riconoscimento del titolo marchionale. Avevano il sepolcro gentilizio nella cappella di S. Bernardo in Santa Maria delle Grazie in Milano. Vestirono l’abito di Malta. La casata dei Busca Arconati Visconti è estinta nella linea mascolina ed è iscritta nell’Elenco Ufficiale col titolo personale di «nobile dei marchesi di Lomagna» e col trattamento di don e di donna, in persona di Antonietta di Lodovico, di Carlo in Sola Cabiati; sorelle: Luigia in Sormani Andreani Verri, Maria in d’Adda Salvaterra, Beatrice in Fassati, Ida in Stanga.

Cfr. ASM., Araldica.

a. g. [Alessandro Giulini]


Genealogia

Genealogia Busca

Genealogia Busca Arconati Visconti

Teatro genealogico delle famiglie nobili milanesi: manoscritti 11500 e 11501 della Biblioteca Nacional di Madrid, a cura di Cinzia CREMONINI, Mantova: Gianluigi Arcari, 2003

Stemmi

ARMA: Troncato: al 1° d’oro, all’aquila coronata, di nero; al 2° di argento, all’albero nodrito nella pianura erbosa, al naturale.

CIMIERO: L’aquila di nero, nascente.

Stemmi famiglia Busca

Storia

Personaggi

Dimore

Milano

Iconografia

Dipinti e Ritratti

Archivio fotografico

Fonti

Bibliografia

http://www.treccani.it/enciclopedia/busca_(Dizionario-Biografico)/

http://www.verbanensia.org/biografie_details.asp?bID=29880&action=B&tipo=2

Documenti

Collezioni

Note