Lugo (de)

Da EFL - Società Storica Lombarda.
Spreti, vol. IV, p. 176

Vittorio Spreti, Enciclopedia storico-nobiliare italiana, Milano, 1928-32, vol. IV, pp. 175-176:

Questa casata ha per capostipite un ZANINO de Barberis de Lugo, padre di GIOVANNI, cameriere ducale nel 1457, assai caro a Francesco I Sforza, duca di Milano. Egli nel 1460 ebbe in donazione i beni di Cavacurta, già appartenenti ad Innocenzo Cotta che era stato dichiarato ribelle. Suo figlio CARLO prese in moglie Laura de Colli, figlia del consigliere ducale Berardo. Da questi discese per varie generazioni CARLO FRANCESCO, che per decreto 23 sett. 1773 del tribunale araldico ottenne l’iscrizione della famiglia sua nel catalogo delle casate nobili e la delineazione dello stemma nel codice araldico.

I De Lugo vennero confermati nell’antica nobiltà con sovrana risoluzione 20 nov. 1825 nella persona di CARLO FRANCESCO, dei figli suoi ALESSANDRO e FERDINANDO (n. 1801), segretario di Governo ed ebbero la loro sepoltura nella cappella della Beata Vergine nella chiesa dei Minori Osservanti in Maleo con epigrafe portante la data del 1497 e l’arma gentilizia.

La famiglia è iscritta nell’El. Uff. Ital. col titolo di Nobile (mf.). Trattamento di Don e Donna. Cfr. ASM.

a. g. [Alessandro Giulini]


Genealogia

Genealogia de Lugo

Stemmi

ARMA: Inquartato: nel 1° e 4° d’argento al frutto di codogno al naturale gambuto e fogliato di verde; nel 2° e 3° di rosso a due fascie ondate d’argento.

Stemmi famiglia de Lugo

Storia

Personaggi

Dimore

Milano

Sepolture

Iconografia

Dipinti e Ritratti

Archivio fotografico

Fonti

Bibliografia

Documenti

Collezioni

Note