Morlani

Da EFL - Società Storica Lombarda.
Stemma Morlani Carrara Beroa (Spreti, vol. IV, p. 706)
Stemma Morlani Carrara Beroa (Spreti, App., parte II, p. 360)
Stemma Morlani Carrara Beroa (Spreti, App., parte II, p. 360)

La famiglia originaria di Stezzano inizia con Joannes (1199) e suo fratello Henricus, che ebbe una breve discendenza mentre il figlio del primo Morlanus (1226-1234) diede il nome alla discendenza. Suo figlio Jo Meyerolus de Stezano nel 1250 fu Civis Pergami. Vi fu poi un altro Morlanus, nel 1324 nel Consilium Sapientum. Dei suoi figli Bonaventura fu Cancelliere del Comune e Lanfranco ne sarà canevario (tesoriere). È talmente vasta la discendenza che non si può fare a meno che seguirla con l’aiuto dell’albero genealogico e delle schede dei personaggi più significativi. Sono poi importanti i nomi delle famiglie delle mogli e della famiglie che accolsero in sposa le figlie Morlani. Il momento più significativo di questa confluenza di famiglie nei Morlani l’abbiamo nel 1804 con il matrimonio di G. Battista Morlani, figlio di Giovanni e di Eugenia de Gherardi con Maria Carrara Beroa del conte Ottavio e Elena dei conti Tomini Foresti. [GPA]


Genealogia

Morlani genealogia.jpg

Genealogia Morlani

Stemmi

MORLANI CARRARA BEROA

ARMA: Inquartato: al primo e quarto di Carrara, che è troncato: di rosso e d’azzurro, alla fascia di argento sulla partizione; di sopra alla sirena di due code al nat. cor. d’oro; di sotto al barile accompagnato in punta da tre stelle di sei raggi, 2 e 1, il tutto d’oro; al secondo e terzo di Beroa che è troncato d’oro e di verde; di sopra all’aquila di nero coronata del campo; di sotto alla fascia d’oro; sul tutto di Morlani che è interzato in fascia d’oro, d’argento e di verde, all’albero di moro attraversante, sostenuto da due moretti rispettivamente colla sinistra e destra mano e coll’altra sul fianco; essi attraversanti nell’argento e nascenti dalla partizione di verde ed il tutto al naturale.

Alias: Interzato in fascia: d’oro, d’argento e di verde, all’albero di moro attraversante, sostenuto da due moretti rispettivamente colla sinistra e destra mano e coll’altra sul fianco; essi moretti nascenti dalla troncatura di verde, il tutto al naturale. (R. D. Rinnovazione, della famiglia CARRARA BEROA, del titolo di Conte a GUIDO, di Luigi MORLANI di Bergamo, 22 marzo 1891 e RR. LL. PP. per la suddetta Rinnovazione 21 ottobre 1891). Alias: Troncato di rosso e di verde alla gemella ondata d’argento in banda, con la fascia dello stesso, attraversante, il primo punto ad una corona, il secondo al monte di tre colli all’italiana, cimato da una crocetta di Calvario, addestrato in alto da una crocetta scorciata, il tutto d’oro. (R. D. di Rinnovazione 22 marzo 1891 del titolo di Conte (mpr.), della famiglia CARRARA BEROA a OTTAVIO, di Luigi MORLANI, da Bergamo, e RR. LL. PP. 18 genn. 1892 per la suddetta Rinnov.).

CIMIERO: (Carrara) La sirena del campo. Manganoni p. 114 (Morlani) Camozzi, n. 2678, 3222 e 3694 (Morlani-Carrara-Beroa).

MOTTO: (Beroa) Obtinentia frango.

Stemmi famiglia Morlani

Storia

Personaggi

Dimore

Bergamo

Sepolture

Iconografia

Dipinti e Ritratti

Archivio fotografico

Fonti

Presso la Biblioteca Civica 'A. Maj' di Bergamo sono conservate le pergamene relative alle seguenti persone (per maggiori dettagli vai al sito):

Morlani Andrea fu Lanfranco, 1533 perg 0979

Morlani Andrea fu Lanfranco, di Cologno, 1534 perg 0770

Morlani Andrea fu Lanfranco, di Cologno, 1541 perg 0761

Morlani Giacoma, suora Ospedale S. Grata inter Vites, 1364 perg 0991

Morlani Giacoma, suora Ospedale S. Grata inter Vites, 1368 perg 1773

Morlani Giacomo fu Lanfranco, 1533 perg 0979

Morlani Giacomo fu Lanfranco, di Cologno, 1534 perg 0770

Morlani Giacomo fu Lanfranco, di Cologno, 1541 perg 0761

Morlani Romanino, da Stezzano, converso Ospedale S. Grata inter Vites, 1340 perg 0878

Morlani Romanino, di Stezzano, ministro Ospedale S. Grata, 1318 perg 1759

Bibliografia

Vittorio Spreti, Enciclopedia storico-nobiliare italiana, Milano, 1928-32, vol. IV, pp. 706-707:

MORLANI CARRARA BEROA

La famiglia Morlani proviene da Stezzano, paese vicino a Bergamo nella pianura. Se ne hanno notizie in documenti antichissimi dell’archivio capitolare di Bergamo e dell’archivio disperso di Astino.

«1193, 10 maij. Morlanus de civitate Pergami. Arch. cath. L. 7.

1207, 7 marci. Morlanus testis. L. 12.

1226, Morlanus de Morlanis de Stezano; Anricus Morlani de Stezano; a meridie heredum Ioannis; Morlani de Stezano; Petrus et Lanfrancus Ioannis Morlani de Stezano, Arch. d’Astino; rot. 55-70 rot. n. 56».

Con Decreto Reale 22 marzo 1891 e regie lettere patenti 21 ottobre dello stesso anno la famiglia Morlani ottenne la rinnovazione del titolo di conte della famiglia estinta dell’ava paterna Maria Carrara-Beroa, e con Decreto Ministeriale 22 giugno 1908, ottenne l’inquartamento delle relative armi.

La famiglia è iscritta nel Libro d’Oro della Nob. Ital. e nell’El. Uff. Nob. Ital. col titolo di conte (mpr.), in persona di: † GUIDO, di Luigi, e di Donna Carlotta dei conti Parravicini, nato il 22 luglio 1866, spos. a) in prime nozze il 7 ottobre 1891 con Amalia dei conti Revedin marchesi di S. Martino † il 23 marzo 1916; b) in seconde nozze il 18 novembre 1920 con Maria dei conti Arborio Mella di Castellalfero.

Fratello: OTTAVIO, nato il 2 novembre 1873 spos. il 24 novembre 1906 con Enrica dei conti Secco Suardo, da cui: Cecilia e Maria Luisa.

g. l. [Giuseppe Locatelli]


Ivi, Appendice, Parte II, p. 360:

Sono iscritti nel Libro d’Oro della Nob. Ital. e nell’Elenco Uff. Nob. Ital. 1933 col titolo di Conte (m.), in virtù dei su citati decreti: GUIDO, di Luigi, n. 22 luglio 1866, spos. in prime nozze il 7 ottobre 1891 con Amalia Revedin († 1916) ; e in seconde il 18 nov. 1920 con Maria dei Conti Arborio Mella. Fratello: OTTAVIO, n. 2 novembre 1873. spos. 24 novembre 1906 con Enrica dei Conti Secco Suardo. Figlie di Ottavio: Cecilia e Maria Luisa.

v. s. [Vittorio Spreti]


Sitografia

Documenti

Collezioni

Note