Mussi Gallarati

Da EFL - Società Storica Lombarda.
Stemma Mussi Gallarati (Spreti, vol. IV, p. 751)
Stemma Mussi (Spreti, App., parte II, p. 379)

Vittorio Spreti, Enciclopedia storico-nobiliare italiana, Milano, 1928-32, vol. IV, p. 751:

Famiglia nobile ed antica, che diede molti decurioni a Cremona. Con disposizione testamentaria il marzo 1685 Cesare Gallarati, cremonese, chiamava erede ALESSANDRO CESARE Mussi imponendogli l’obbligo d’assumere il cognome e lo stemma della sua casata. L’I. R. Tribunale Araldico con decreto 6 giugno 1772 riconosceva a CESARE l’antica nobiltà ed ordinava la delineazione dello stemma nel Codice Araldico di Lombardia al f° 82. Con sovrana risoluzione 19 novembre 1816 gli venne anche confermata l’antica nobiltà: simile provvedimento venne pure emanato a favore dei fratelli ALESSANDRO, canonico della cattedrale di Cremona e GIULIO Mussi Gallarati.

La famiglia è iscritta nell’El. Uff. Ital. col titolo di nobile (pers.), trattamento di Don e Donna in persona di: Marianna, di Francesco, di Alessandro, in Ferrari. Sorella: Antonia in Serrati.

Leopolda, di Alessandro, di Cesare, ved. Arduin. Sorelle: Francesca in Arduin, Luigia Ved. Croce.

Cfr. ASM., Araldica.

a. g. [Alessandro Giulini]


Ivi, Appendice, Parte II; pp. 379-380:

MUSSI

Famiglia parmense nota sin dal secolo XVI. GIACOMO, che nel 1790 era Commissario della Notulazione e nel 1791 Alfiere della Guardia, e il di lui fratello GIOVANNI, capitano nelle truppe del Duca di Parma, con Privilegio di Ferdinando di Borbone del 20 gennaio 1791 furono creati nobili con la loro discendenza, privilegio trascritto negli atti del Comune il 7 febbraio 1791.

La famiglia è iscritta genericamente nell’Elenco Uff. Nob. Ital. del 1922 col titolo di Nobile (mf.), in persona dei Discendenti dai fratelli GIACOMO e GIOVANNI (1791).

v. s. [Vittorio Spreti]


Genealogia

Genealogia Mussi Gallarati

Genealogia Mussi

Stemmi

ARMA (Mussi e Mussi Gallarati): Bandato di argento e di azzurro.

Stemmi famiglia Mussi Gallarati

Storia

Personaggi

Dimore

Cremona, Padova e Torino

Parma (Mussi)

Sepolture

Iconografia

Dipinti e Ritratti

Archivio fotografico

Fonti

Archivi di famiglie e di persone: materiali per una guida, 2: Lombardia-Sicilia, a cura di Giovanni Pesiri, Micaela Procaccia, Irma Paola Tascini, Laura Vallone, Roma, Ministero BBAAC, 1998 (Pubblicazioni degli archivi di Stato. Strumenti; 133), n° 1193.

Bibliografia

Sitografia

Documenti

Collezioni

Note